ITS ITALIA S.p.A. si impegna a operare continuamente in modo etico e responsabile e altrettanto chiede a tutti coloro con i quali collabora, di lavorare allo stesso modo.

Cosa segnalare

ITS ITALIA S.p.A. incoraggia fortemente gli amministratori, gli organi di controllo, i liberi professionisti e consulenti, i volontari anche non retribuiti e i propri dipendenti a segnalare qualsiasi attività scorretta, disonesta o potenzialmente illegale – potenziale, altamente probabile o già commessa – oltre a comportamenti che possano causare danno o pregiudizio, anche di immagine, alla azienda. 

A tal fine, ITS ITALIA S.p.A. ha implementato regole specifiche e un processo di whistleblowing secondo le prescrizioni del d.lgs. 24/2023 per fornire ai potenziali segnalanti dei canali sicuri che garantiscano la riservatezza della loro identità e delle informazioni contenute nella segnalazione e la loro protezione da eventuali ritorsioni.

Cosa non segnalare

Non saranno trattate le segnalazioni diverse da quelle sopra indicate e, nello specifico, quelle legate ad interessi di carattere personale, le notizie palesemente prive di fondamento, le informazioni che sono già totalmente di dominio pubblico, nonché le informazioni acquisite sulla base di sole indiscrezioni o vociferazioni scarsamente attendibili (c.d. “voci di corridoio”).

Come segnalare

ITS ITALIA S.p.A. ha predisposto una piattaforma digitale esterna sicura per garantire la riservatezza del processo di segnalazione.

Dopo aver ricevuto la segnalazione

Il processo di Whistleblowing si articola nelle seguenti fasi:

  • Ricezione delle segnalazioni;
  • Valutazione preliminare di congruità;
  • Esecuzione dell’indagine;
  • Chiusura delle segnalazioni.

Il GESTORE DELLE SEGNALAZIONI verifica le segnalazioni ricevute per accertare i fatti descritti. I risultati dell’indagine e la proposta delle misure di prevenzione/mitigazione/penalizzazione da adottare vengono poi sottoposti alla direzione.