... / CUSCINETTI JFK

Cuscinetti a sfere a contatto obliquo ad una corona di sfere

Le serie dei cuscinetti a sfere a contatto obliquo a una corona sono la 7000, 7200 e 7300 ed queste hanno la struttura interna rinforzata.
Questa gamma di cuscinetti è stata progettata per la costruzione di macchine ed impianti.
Possono sopportare carichi assiali che agiscono in un solo senso, e vengono generalmente montati in opposizione ad un secondo cuscinetto.

INFORMAZIONI SUL PRODOTTO

INFORMAZIONI SUL PRODOTTO

Offriamo prodotti
su misura e certificati.

L’angolo di contatto standard dei cuscinetti a sfere a contatto obliquo è di 40°  (sono disponibili anche con angoli di contatto di 30°, 15° e 25° – questi ultimi vengono impiegati nei mandrini, frese, torni, rettifiche, ecc.) e grazie a questa loro caratteristica possono sopportare carichi assiali molto elevati.
Una loro seconda caratteristica è quella di essere monoblocco e di avere gli anelli che presentano uno spallamento superiore ed uno inferiore.

Lo spallamento inferiore permette l’incorporamento di un elevato numero di sfere, in questo modo può permettere una capacità di carico relativamente elevata del cuscinetto.

I cuscinetti obliqui a una corona di sfere sono realizzati nella classe di precisione Normale (appellativo PN).

I cuscinetti a sfere a contatto obliquo a una corona vengono utilizzati nelle seguenti applicazioni:

  • riduttori
  • pompe e compressori
  • ventilatori e soffiatori
  • macchine utensili
  • meccanica elettronica
  • macchine tessili

I cuscinetti obliqui a una corona di sfere sono prodotti con diverse tipologie di gabbie:

  • gabbie in acciaio stampato, identificate con la lettera “J“;
  • gabbie in poliammide, identificate con le lettere “TVP” – queste gabbie sono adatte per la maggior parte delle applicazioni e possono essere utilizzate a temperature fino a +120°C;
  • gabbie lavorate in ottone massiccio, identificate con le lettere “MP“;
  • gabbie in resina fenolica, identificate con le lettere “TPA“.

In questi cuscinetti il giuoco interno si ottiene solo a montaggio avvenuto e dipende dalla regolazione rispetto al secondo cuscinetto, che determina il posizionamento assiale in senso opposto. I cuscinetti per il montaggio universale, che vengono contraddistinti con il suffisso CB, sono cuscinetti normali adatti per un montaggio in coppia. Questi cuscinetti possono essere forniti con giuoco interno assiale più piccolo (appellativo CA), o più grande (appellativo CC).

I cuscinetti sopra indicati (CB – CA – CC ) possono essere montati uno accanto all’altro con qualsiasi disposizione e possono essere due o più.

I cuscinetti con precarico GA (precarico leggero), GB (precarico medio) e GC (precarico elevato) possono essere soltanto due, diversamente il precarico aumenta.

Il montaggio in coppia si utilizza quando la capacità di carico di un singolo cuscinetto non è sufficiente (definito come disposizione a tandem), oppure quando i carichi combinati o assiali agiscono in entrambi i sensi (disposizioni a “O” e a “X”).

  • DISPOSIZIONE A TANDEM: le linee del carico sono parallele e i due carichi (radiale ed assiale) si distribuiscono equamente fra i cuscinetti.
    Tuttavia, il gruppo di cuscinetti può sostenere carichi assiali in un unico senso.
    Se i carichi assiali agiscono nei sensi opposti oppure sono presenti carichi combinati, è necessario prevedere un terzo cuscinetto montato in opposizione rispetto alla coppia in tandem.

  • DISPOSIZIONE A “O”: le linee di carico nei cuscinetti divergono verso l’asse del cuscinetto ed è pertanto possibile sopportare carichi assiali in entrambi i sensi, ma con un solo cuscinetto.
    I cuscinetti disposti in questo modo forniscono una sistemazione relativamente rigida, in grado di poter sopportare anche i momenti ribaltanti.

  • Disposizione a “X”: le linee di carico nei cuscinetti convergono verso l’asse del cuscinetto ed è pertanto possibile sopportare carichi assiali in entrambi i sensi, ma con un solo cuscinetto. Questa disposizione non è rigida quanto la disposizione a “0” pertanto è meno indicata per sopportare eventuali momenti ribaltanti.

Quando vengono utilizzati cuscinetti di questa tipologia e vengono montati in coppia (uno adiacente all’altro), non occorre eseguire registrazioni. Il precarico/giuoco richiesto si ottiene scegliendo i cuscinetti di una classe di precarico/giuoco appropriata e realizzando accoppiamenti adeguati per i cuscinetti sull’albero e nell’alloggiamento.

Hanno una limitata attitudine a tollerare errori di allineamento e le relazioni che intercorrono fra i fattori che esercitano un’influenza al riguardo sono complesse in quanto quelle che si riferiscono ai cuscinetti radiali ad una corona di sfere. Il disallineamento comporta una notevole riduzione di silenziosità.

Se si utilizzano due cuscinetti obliqui a una corona di sfere, la loro posizione reciproca deve essere regolata fino ad ottenere il precarico o giuoco richiesti.

Per il corretto funzionamento dei cuscinetti e l’affidabilità del montaggio, è essenziale che i cuscinetti siano registrati correttamente oppure che siano stati scelti un precarico o un giuoco adeguati.
Se il giuoco del cuscinetto in esercizio è troppo elevato, la capacità di carico dei cuscinetti non potrà essere sfruttata completamente; d’altra parte, un precarico eccessivo genererà più attrito e maggiori temperature di esercizio, riducendo la durata del cuscinetto.

  • A = cuscinetto con angolo di contatto di 30°
  • B/BE = cuscinetti con angolo di contatto di 40 °, possono reggere forti carichi assiali
  • C = cuscinetti con angolo di contatto di 15 °, vengono usati nei mandrini
  • E = cuscinetti con angolo di contatto di 25°, vengono utilizzati nei mandrini
  • CA = giuoco interno assiale più piccolo
  • CB = giuoco standard – cuscinetti per montaggio universale ( C = giuoco/B = entità del giuoco)
  • CC = giuoco interno assiale più grande
    (CA – CB – CC possono essere montati uno accanto all’altro con qualsiasi disposizione)
  • GA = precarico leggero
  • GB = precarico medio
  • GC = precarico elevato
  • PN = precisione definita come “Normale
  • J = gabbia in acciaio stampato
  • TVP = gabbia in poliammide – possono essere utilizzate a temperature fino i +120 ° C
  • MP = gabbie lavorate in ottone massiccio
  • TPA = gabbie in resina fenolica – usate per alte precisioni
  • FP = gabbie in acciaio solido – usate per specifiche applicazioni
  • ZZ = cuscinetti con schermi
  • 2RSR = cuscinetti con guarnizioni
  • QJ = cuscinetto a quattro punti di contatto a 35°
  • Q = cuscinetto con anello interno spaccato
  • Q10 = serie speciale di cuscinetti
  • MPA = gabbie in ottone massiccio standard per cuscinetti a quattro punti di contatto
  • N2 = cuscinetto con due fessure di posizionamento nell’anello esterno

Hai bisogno di ulteriori informazioni?
Compila il form
e sarai ricontattato!